home > protagonisti > Roberto Mercadini

Roberto Mercadini

Nato a Cesena, Roberto Mercadini è poeta, monologhista, narratore. Con oltre 150 date all’anno, porta in giro per la Romagna e per il resto d’Italia i suoi spettacoli di narrazione e i suoi monologhi poetici.

Su temi che spaziano dalla Bibbia ebraica all’origine della filosofia, dall’evoluzionismo alla felicità. Ha scritto tra gli altri “Dobbiamo un gallo ad Asclepio”, monologo sull’origine della filosofia da un amichevole suggerimento di Rocco Ronchi; “Noi siamo il suolo, noi siamo la terra”, monologo per una cittadinanza planetaria, sostenuto da Banca Etica; “L – ovvero il caotico viaggio di Leonardo da Vinci in Romagna”. È autore e interprete di spettacoli che alternano poesie e monologhi, così come autore di diversi libri tra cui l’ultimo di prossima uscita per la Rizzoli: Storia perfetta dell’errore.

 

“FUOCO NERO SU FUOCO BIANCO”. Un viaggio nella Bibbia ebraica
(traduzione dall’ebraico antico a opera dello stesso autore)
Monologo poetico-umoristico

Nella Bibbia ebraica c’è l’umorismo ebraico. Se l’affermazione precedente vi ha sorpreso, forse non avete mai letto per intero l’esilarante storia del duello fra Davide e Golia, non sapete perché Isacco si chiama così, né quale feroce satira antimonarchica si celi dietro il nome “Saul”. La tradizione ebraica descrive la Bibbia come “fuoco nero su fuoco bianco”. Se l’affermazione precedente vi ha sorpreso, forse non sapete di quale incandescenza rifulgano le visioni di Isaia, il grido di Kohélet e molte altre cose. Ho tracciato un monologo, un viaggio fra gli infiniti possibili dentro la Bibbia. Il libro di Giona è la rotta seguita in questa navigazione attraverso il tempestoso mare della sapienza ebraica. Ad ogni capitolo si tocca un porto e si spalanca un mondo. Così:

1) Nel mare (Elogio dell’inettitudine)

2) Un pesce grande (La poesia)

3) Ninive è rivoltata (I profeti)

4) È bene infuocarsi (Dialoghi indomabili)

Confluenze

Confluenze da più di vent’anni è attenta alla ricerca culturale, alla valorizzazione del territorio e dei sui talenti, alla qualità del cibo come identità e sperimentazione, in poche parole, cultura. Negli ultimi tempi ha incrociato le idee e la passione de L’altra Fedora. Ne sono nate due collaborazioni, per i corti erotici di “Notturno boudoir” e per la serata sulla leggerezza proponendo  sia una casa che di per sé  è già luogo d’arte e accoglienza e un menu vegetariano, nelle premesse leggero ma gustoso.

continua a leggere

Claudia Gentili

Cresciuta in ambiente meticcio e poliglotta, Claudia Gentili si appassiona presto alla dimensione sonora del mondo e all’impresa del “dare voce”. Lo fa attraverso la scrittura (giornalistica e creativa), integrando poi il canto, la narrazione, il teatro, la danza (popolare/di tradizione e sensibile).

continua a leggere

Andrea Vitali

Riconosciuto a livello internazionale fra le massime autorità nello studio iconologico dei Trionfi (Arcani Maggiori), Andrea Vitali ha scritto sull’argomento svariati saggi, tradotti in sei lingue, e curato numerosi progetti storico-scientifici e espositivi.

continua a leggere

Guglielmo Vecchietti Massacci

Scultore e insegnante all’Accademia di Belle Arti di Bologna, Guglielmo Vecchietti Massacci si dedica alla realizzazione di grandi opere in marmo, bronzo, ferro e legno. Opere che il pubblico internazionale può ammirare già dagli anni Settanta, grazie a mostre personali e collettive in tutta Europa.

continua a leggere